Title image

Riviera di Massa Lubrense

Primi testimoni

Le prime prove della presenza di civiltà nel territorio di Lubrense si riferiscono a due popolazioni di lignaggio italico, vale a dire gli Ausoni e gli Osci. La presenza di quest’ultimo è attestata da un’iscrizione rupestre scoperta nella zona di Punta Campanella . In seguito allo sviluppo di una colonia greca, nella suddetta area sorse un tempio dedicato alla dea Atena di nome Atenaion. Quest’ultimo, presente anche più tardi, in epoca romana diede il nome di Promontorium Minervae all’intera area, un nome che appare sulla tabula Peutingeriana (IV secolo), accanto alla rappresentazione grafica del tempio.

Tuttavia, fu nel primo secolo dell’impero romano che fu imposto l’elemento latino, diventando un luogo di villeggiatura per Patrizi in cerca di pigrizia e benessere.

Storia recente

Negli ultimi decenni la vita di Massa Lubrense è caratterizzata dallo sviluppo di attività turistiche nazionali e internazionali.

Molti fondi agricoli, precedentemente utilizzati solo per il consumo personale, ora sono diventati un luogo di visite guidate (tour enogastronomici) durante le quali è possibile degustare prodotti tipici locali.

D’altra parte, il porto, dove erano ormeggiate solo barche da pesca, oggi attira anche yacht e barche che navigano quotidianamente verso le isole maggiori come Capri, Ischia e la Costiera Amalfitana per trasferimenti ed escursioni .

Scegli il tuo appartamento

per una magnifica vacanza in Costiera Sorrentina