Title image

Scavi di Pompei/Ercolano

A trenta chilometri da Massa Lubrense è uno dei siti archeologici più famosi e più visitati al mondo. Solo a Pompei puoi vivere l’esperienza di passeggiare per le strade di una città di duemila anni fa, tra case e negozi, ville e templi. Puoi visitare il forum e il mercato, puoi immaginare il vapore dei bagni e le urla dei giochi nell’anfiteatro. Non è così difficile immaginare la vita che brulica nelle strade della città dominata dal Vesuvio, e anche coloro che non sono esperti di archeologia, qui possono sentire l’odore della storia.

Ercolano è di origine greca: la leggenda attribuisce la fondazione a Ercole. Dal 500 al. C. era sotto l’influenza di Napoli e di Cuma , quindi passò ai Sanniti. Sottomesso da Roma divenne un elegante centro di soggiorno per i patrizi. Già nel 62 d. C. un terremoto aveva danneggiato numerosi edifici; 17 anni dopo, mentre era ancora in corso la sua ricostruzione, una terribile eruzione del Vesuvio lo seppellì con un mare di lava e fango. Quest’ultimo ne ha preservato le strutture.
A differenza di Pompei , qui sono conservate le strutture in legno: quindi quanto è stato portato alla luce da lunghi scavi, riveste un eccezionale interesse per documentare usi, costumi, abitudini e arte di epoca romana. Sculture, dipinti, vasi e oggetti preziosi sono ora nel Museo Nazionale di Naple .

Scegli il tuo appartamento

per una magnifica vacanza in Costiera Sorrentina